La versión de su navegador no está debidamente actualizada. Le recomendamos actualizarla a la versión más reciente.

 IL PONTE DELLE PALME

Per la città di Badajoz, situata sulla riva sinistra del Guadiana, il passaggio del fiume ha sempre rappresentato um serio problema. Anche se in estate era possibile gudare il fiume in diversi punti, il resto dell'anno si attraversava solo in barca. Per assicurare l'attraversamento del fiume, il Re Alfonso XI (1311-1350) ordinò di costruire un ponte sebbene, non sia sicuro che i lavori siano cominciati durante il suo regno.
Comunque, la costruzione fu interrota, e nel 1504 erano state costruiti solo otto piloni. I lavori venero ripressi nel 1511, sotto la direzione dell'arquitteto Pedro de Larrea, e vennero conclusi alcuni anni piu tardi.
Dalla sua costruzione il ponte ha sofferto una quantità di alluvioni (1545, 1603, 1708, 1736, 1740, 1758, 1790, 1814, 1823, 1859 e 1876). Alcune furono catastrofiche.

Porta del l'opera a corno della testa del ponte. Attraverso questa porta si accedeva all' interiore dell'opera a corno e da qui al ponte.Porta del l'opera a corno della testa del ponte. Attraverso questa porta si accedeva all' interiore dell'opera a corno e da qui al ponte.

L'alluvione del 1545 rovinò tre archi ma il ponte non sarebbe rimasto inutilizzato per molto tempo. Nel 1596 il ponte venne riparato di nuovo ma l'alluvione di 1603 rovinò 16 dei suoi 28 archi del ponte. I lavori di ricostruzzione continuarono dal anni 1609 al 1612.

In alcune ocasioni le opere non si circoscrissero al ponte stesso. Nel corso della Guerra di Restaurazione o Guerra di Indipendenza del Portogallo (1640 -1668) si costruì un'opera a corno all'inizio del ponte. Questa fortificazione tagliò la strada del ponte, cioè, impedì la comunicazione diretta tra il ponte e la riva destra del Guadiana giacché per passare alla riva destra era necessario attraversare l'opera a corno.

Nel 1709 si costruì la populare Fontana della Rana che si trova nel fossato dell'opera a corno, alla testa del ponte.

 

Fontana della Rana, nella fossatura della testa di ponte.Fontana della Rana, nella fossatura della testa di ponte.

L'arrivo della ferrovia a Badajoz e lo sviluppo del quartiere della stazione sulla riva destra del fiume ebbe importanti conseguenze per il ponte, perche nel 1868 si collegò la strada della stazione ferroviaria ( l'attuale Avenida de Carolina Coronado) con la strada del ponte. Per questo fu necessario riempire il fossato e la parte interna dell'opera a corna.

Il 1876 fu l'anno della spettacolare alluvione che rovinò sei archi. I lavori di recostruzione iniziarono nel 1880 sotto la direzione dell'ingegnere Manuel Cervera Royo. In quell'ocasione, oltre a ricostruire i sette archi distrutti d'alluvione, si costruirono quattro nuovi archi (que sono quelli che attraversano il forte della testa del ponte), e si aprirono 13 oblò. Inoltre si costruì il parapeto del ponte che fu realizato con
muratura si sollevarono le due garitte al centro del ponte.

Vista generale del ponte.Vista generale del ponte.

Tra il 1905 e il 1909 si construì una mensola di calcestruzzo che fu une delle primere opere realizzate con questo materiale. La mensola fu tolta nella restaurazione dell'anno 2002.
Como risultato di questa storia turbolenta, il ponte presenta archi e tagliacque di diverse dimensioni e di diversi materiali (conci, pietra, matoni) frutto dei multeplici rimodellamenti e restauri realizzati. Anche i numeri degli archi e ́ cambiato, passando da 28 a 32 (Cervera Royo aggiunse 4 nuovi archi). Attualmente ne sono visibile solo 30 poiché due sono stati nascosti dalla strada che si stende tra il ponte e la Porta di Palmas.